top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreValentina Saracco

Trekking Santa Margherita - Portofino - San Fruttuoso - Camogli (in treno)

Dopo settimane di pioggia finalmente arriva una domenica di sole. Nessun amico disposto a fare gitarelle, poco importa, scelgo una meta facilmente raggiungibile in treno e decido di intraprendere il Trekking che da Santa Margherita arriva a Camogli, passando da Paraggi, Portofino e San Fruttuoso. E chi ha scelto l'unica giornata al mondo in cui c'è sciopero dei treni la domenica? Io ovviamente! Ma andiamo avanti, che vi racconto un po' questo lungo trekking ligure. INDICE:


COME ARRIVARE A SANTA MARGHERITA

La cosa più semplice è senz'altro in treno. Esiste un diretto che da Milano arriva a Santa Margherita in poco più di 2h30. Attenzione però perché durante la stagione invernale sono pochissimi, dovrete probabilmente fare un cambio a Genova. Se arrivate in auto, in un paio d'ore da Milano, potrete parcheggiare o lungo mare, se trovate posto, o in uno dei tanti parcheggi a pagamento (da 1,5 euro fino a 2,5 euro l'ora)


  • Parcheggio Stazione: 60-70 posti.

  • Parcheggio Miramare: 200 posti.

  • Parcheggio Covo di Nord Est: 60-70 posti.

  • Parcheggio Vittorio Veneto: 180 posti.

  • Autoparco Riviera: 180 posti.

  • Autoparco Durazzo: 50 posti.



San Fruttuoso, come probabilmente saprete, è raggiungibile solo a piedi o in barca. Quindi se volete arrivarci preparate le gambe, oppure controllate gli orari dei traghetti che fanno tappa sia a Santa Margherita che a Portofino. Da Rapallo a San Fruttuoso in battello, Santa Margherita Ligure e Portofino - Servizio Marittimo del Tigullio - it (traghettiportofino.it) Ciò che amo dei trekking in Liguria è che sono estremamente modulabili. Trovandosi su una linea del treno e in mezzo a svariati traghetti, potete interrompere il trekking dove preferite e tornare al punto di partenza (o tornare verso casa). Questa era un po' la mia idea iniziale, infatti volevo arrivare solo fino a San Fruttuoso e poi prendere il battello per Camogli (ma non avevo fatto i conti con il mare). Questo per dirvi che il trekking in questione, che visto così può sembrare lunghissimo e molto impegnativo (e diciamocelo, un po' lo è), può anche essere fatto a pezzi:


TREKKING SANTA MARGHERITA - CAMOGLI: IL PERCORSO


STATISTICHE DEL TREKKING DA SANTA MARGHERITA A SAN FRUTTUOSO E CAMOGLI

Distanza: 22,7 km

Dislivello positivo: 1.314 m

Difficoltà tecnica: Medio

Altitudine massima: 608 m

Altitudine minima: 1 m

Tipo di percorso: Solo andata Tempo: 6 ore 51 minuti (di cui 30 minuti di pausa focaccia e bagnetto) Qui trovate la mia traccia GPS su Wikilock!



TRATTO SANTA MARGHERITA - PARAGGI



Questa è proprio una semplice passeggiata, uno spettacolare lungo mare che vi porterà dalla stazione fino alle magiche acque di Paraggi. La strada è quasi tutta su marciapiede/passeggiata, volendo fattibile anche con un passeggino. Se volete saltare questo tratto su asfalto potete arrivare a Portofino in autobus Portofino | AZIENDA MOBILITA' E TRASPORTI SpA (amt.genova.it)

TRATTO PARAGGI - PORTOFINO & DINTORNI



Da Paraggi potete prendere un sentiero, recentemente denominato "via dei baci" sopraelevato e nel verde, che vi porterà, comunque senza troppo sforzo, a Portofino in una quindicina di minuti. Dal porticciolo di Portofino ho deciso di allungarla un po' e, invece di andare direttamente verso San Fruttuoso, arrivare fino al Faro, passando per il Castello di Brown. Per il castello l'ingresso è di 5€, trovate le informazioni qui Onestamente la villa in sé non è così imperdibile, internamente è molto spoglia, ma quelle finestre a strapiombo sul mare valgono il biglietto. All'interno troverete anche un baretto panoramico. Ma il bar più panoramico di tutti lo troverete con altri 10 minuti di cammino, arrivando al faro, davvero uno spettacolo di posto in cui fermarsi per un bicchiere di vino. Consiglio caldamente questa deviazione, tra avanti, indietro e visita dei luoghi magari perderete un'oretta, ma sono panorami spettacolari.



TRATTO PORTOFINO - SAN FRUTTUOSO

Oh, e finalmente inizia il vero trekking. Da Portofino si inizia da subito a salire, sebbene senza strappi. Da qui dovrete ricollegarvi dopo pochi minuti di camminata al sentiero che porta a San Fruttuoso (è sempre tutto ottimamente indicato). Dall'imbocco del sentiero alla spiaggia io ci ho messo circa un'ora e mezza, con una prima mezz'ora meno panoramica, per poi aprirsi sull'immensità del mare e delle scogliere.



La spiaggetta è sempre splendida, ma dopo un tuffo rifrescante e un po' di focaccia era già ora di ripartire. O meglio, io avrei voluto prendere il traghetto per Camogli per godermi un po' il sole, ma il traghetto delle 14.30 non è mai passato, c'è mare grosso, molto grosso in effetti. Sento gente dire che non vanno i traghetti con queste onde, mi dico "beh si certo, allora è il caso che mi muova se no non prenderò mai il treno delle 17 per tornare a Milano". Mi incammino, con quasi zero pause dalle 10 della mattina, faccio la mia mezz'ora di bestemmie interiori per la salita bella tosta, arrivo in alto e... peeeeeeeeeeeeeeeeeeem. Rumore di sirena di traghetto. Evidentemente dopo qualcosa è passato, ma poco male, è stato un motivo in più per allenarsi.


san fruttuoso liguria

TRATTO SAN FRUTTUOSO CAMOGLI


Questo è stato indubbiamente il tratto più faticoso, sicuramente perché avevo già tanti chilometri alle spalle e perché qui si concentra il maggior dislivello. Mi è sembrato che questa salita non finisse mai. Dall'abbazia si risale verso la torre saracena e si segue il percorso che porta a Pietre Strette. Per una buona mezz'ora, se non di più, si sale senza sosta (quasi sempre all'ombra però) costeggiando un ruscello, fino a che non si arriva ad uno splendido agriturismo, Il Mulino, appunto, con una vista incredibile sul golfo. Ma se pensate che la salita sia finita qui, vi sbagliate di grosso. Mancano altri 400 metri circa, quasi tutti nel bosco, con ben poca vista mare devo dire. Questo è il percorso che normalmente si fa al contrario da Camogli se si soffre di vertigini e si vuole evitare il sentiero delle Batterie. Però diciamocelo, non c'è paragone!


L'obiettivo per il ritorno è quello di seguire sempre le indicazioni per San Rocco. Pietre Strette è (quasi) il punto più alto, si tratta solo di uno spiazzo con dei tavoli e delle panche, davvero niente di che. Io sono passata anche per la Vetta di Portofino (Semaforo vecchio), ma a posteriori forse era evitabile facendo una strada più bassa, too late... Qui vi troverete in un grande prato piano e dovrete scendere a sinistra, nell'unico sentiero non indicato (stranamente). Questo è il punto in cui, da un lato ho tirato un grande sospiro di sollievo perché la salita era finita, dall'altro mi sono accorta che era veramente tardi e avevo un treno da prendere. Dal Semaforo alla stazione io ci ho messo un'ora esatta, ma NON FATE COME ME. Io l'ho fatta letteralmente tutta correndo per paura di perdere il treno, facendomi anche piuttosto male alle ginocchia perché da San Rocco alla stazione sono solo gradini. Dal bellissimo spiazzo panoramico di San Rocco ci sono passata e manco l'ho guardato, insomma, non il miglior modo di affrontare un trekking. Se non siete in un ritardo forsennato, calcolatevi pure due orette tranquille. Morale della favola: arrivo in stazione con le ginocchia distrutte e senza un polmone, ma con 5 minuti di anticipo rispetto al treno che però... era stato soppresso, causa sciopero. Quindi ho atteso un altro treno per 1h49 minuti. Avrei potuto serenamente prenderla con calma, e invece... Ma non tutti i mali vengono per nuocere, pit stop focaccia di Recco e spritz vista mare a Camogli risollevano sempre gli animi.

camogli liguria

COSA FARE A SAN FRUTTUOSO


Come dicevo già nell'altro articolo Trekking a San Fruttuoso da Camogli -Il sentiero delle batterie (viaggerellando.it) purtroppo il monastero di San Fruttuoso è aperto solo pochi giorni l'anno. Per i giorni di apertura controllate il sito ufficiale.


In alta stagione troverete un baretto e un ristorantino, mentre in inverno non c'è assolutamente nulla. Quindi siate furbi e portatevi acqua e panini (una fontanella dietro al monastero fortunatamente c'è)


L'unica cosa da fare in questo caso sarà godervi il sole e il mare, che sicuramente non sarà affollato come in alta stagione... io comunque il 22 marzo ho fatto un bagnetto, ma so che io non sono tanto normale.


DOVE DORMIRE A SAN FRUTTUOSO E DINTORNI


Volendo, il trekking per San Fruttuoso da Santa Margherita può essere fatto anche in giornata da Milano, esattamente come ho fatto io, ma quanto è più bello godersi un weekend al mare?

Clicca QUI per trovare un hotel vicino a San Fruttuoso! A titolo informativo, sappi che esiste un hotel proprio nella baia di San Fruttuoso, certo non è economico, ma non è bellissimo?


Se le tue finanze non ti permettono questa scelta da nababbo, e stai cercando il modo più cheap possibile di fare un weekend in Liguria, valuta di dormire a Genova e poi spostarti comodamente in treno! In alternativa a Santa Margherita ci sono moltissimi hotel e affittacamere. Hai già fatto questo percorso o è nella tua wish list? Scrivimelo nei commenti :) E buon cammino!


 


Ciao, ci conosciamo? Sono Valentina, felice di vederti sul mio Blog! Scrivo di fughe da Milano in Lombardia e dintorni, ma spesso e volentieri fuggo oltreconfine, in particolare nel mio amato Portogallo.

Se cerchi spunti per fughe da Milano in giornata in questa sezione del sito troverai tanti altri spunti. A presto!

 


E con questo ho concluso. Se seguite i miei consigli, o avete dei suggerimenti a riguardo, fatemelo sapere nei commenti o in privato. Mi fa sempre molto piacere. Se volete vedere altri contenuti simili seguitemi su instagram e scoprite post, reel e stories in evidenza! Buone fughe da Milano!


58 visualizzazioni0 commenti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page