top of page
Cerca
  • Valentina Saracco

Trekking al Monte Barro in treno: da Lecco stazione a Sala al Barro

Aggiornamento: 15 feb 2022




Se vi piace l'idea di non dover prendere la macchina questo è il trekking che fa per voi, non solo perché potete arrivarci hcomodamente, ma anche perché con questo escamotage potrete partire da un versante del monte (Lecco) e tornare dall'altro (Sala al Barro). Ci sono altre alternative per raggiungere il Monte Barro, ha punti di accesso anche da Galbiate e da Malgrate, ma non ne parlerò in questo articolo.



Il monte Barro è uno dei miei posti preferiti per un sacco di ragioni, provo ad elencarvene alcune: - è vicinissimo a Milano

- si può comodamente raggiungere senza auto (da Lecco o da Sala al Barro) - è un escursione che si può serenamente svolgere in solitaria, trovandosi proprio ai piedi di Lecco, qualsiasi cosa succeda, non sarà difficile chiedere aiuto in città - ha tantissimi percorsi diversi al suo interno, motivo per cui può essere fatto più volte

- si può scegliere il livello di difficoltà che si preferisce

- si può fare anche se non si ha un'intera giornata a disposizione

- il panorama è splendido.


COME ARRIVARE AL MONTE BARRO


In auto ci metterete tra i 45 minuti e un'ora, è davvero vicino. Se andate in macchina però, dovrete ovviamente andare e tornare dallo stesso punto, mentre se andate in treno potete scegliere di svalicare il monte come ho fatto io, che sono partita da Lecco e tornata da Sala al Barro. I tempi di percorrenza in treno comunque non sono di molto superiori a quelli in auto, addirittura inferiori se prendere il diretto per Lecco, mentre al ritorno, prendendo il regionale che passa da Sala al Barro che fa tutte le fermate, potreste metterci anche 1h30.

L'attraversamento prima del Ponte Azzoni
L'attraversamento prima del Ponte Azzoni

IL PERCORSO: TREKKING AL MONTE BARRO - PARTENZA DALLA STAZIOINE DI LECCO, ARRIVO ALLA STAZIONE DI SALA AL BARRO, PASSANDO PER IL SENTIERO DEL CAPRETTO.

Quel giorno avevo deciso di andare da sola, ogni tanto mi piace proprio prendermi del tempo per me, e non amando particolarmente guidare, ho preso il treno e sono scesa a Lecco, ho fatto due passi nel centro e, costeggiando il lago, sono arrivata fino al ponte Azzoni Visconti. Da qui parte un sentiero che in pochissimo ti porta all'interno dei confini del parco.

Io ho scelto per prima cosa di andare a vedere San Michele, andando a recuperare il sentiero 312 che porta a destinazione in una 20ina di minuti Quando ho scoperto che c'era anche qui, come nella mia amata Lisbona, una chiesa senza tetto, e che non ne sapevo nulla, ho sentito di dover subito rimediare! Fino a San Michele è una piacevole passeggiata quasi in piano (quasi, l'inizio invece è piuttosto ripido!).



chiesa senza tetto di san michele monte barro

sentiero del capretto monte barro

Una volta vista la chiesa sono poi tornata sui miei passi per raggiungere la vetta. Visto che le cose semplici non mi piacciono affatto, ho deciso di salire per il "sentiero del capretto" che è davvero davvero ripido, ma la vista è pazzesca. Tenete conto che non era particolarmente battuto, e a tratti c'era a mala pena il posto per mettere un piede.

Non è segnalato in mappa, ma in loco sì e si trova qualche centinaio di metri indietro rispetto alla strada percorsa all'andata per San Michele. Se avete bambini, soffrite di vertigini o semplicemente non volete farvi questa mazzata, ci sono un sacco di sentieri più semplici per salire. Tenete conto che seguendo il 304, e senza fare deviazioni, dal ponte alla vetta sono meno di 2h di cammino.


Una volta finito il sentiero, ecco che si intravede la vetta, mancano ancora una 20ina di minuti, passati tutti in cresta, molto bello. Attenzione, l'ultimissimo pezzo, proprio quello per arrivare alla croce, diventa tecnicamente piuttosto impegnativo, bisogna arrampicarsi sulle rocce con le mani e fare molta attenzione a dove si mettono i piedi. Anche qui, se non volete farlo esistono infinite alternative, e la vista è bellissima anche da poco più giu.



monte barro vetta


monte barro vetta

Una volta arrivata in vetta era il momento di capire come diavolo tornare a casa. La mia stazione di riferimento era quella di Sala al Barro, da cui però passano pochissimi treni, quindi date un occhio agli orari nel caso.

parco archeologico monte barro
parco archeologico monte barro

Nella discesa, che è durata più del previsto sinceramente (facendomi ovviamente temere di perdere l'ultimo treno), ho seguito le indicazioni per l'Eremo e il Parco Archeologico, incontrati entrambi durante il tragitto in discesa.


Tenete conto che dal parco archeologico a Sala al Barro è un'ora e qualcosa di cammino, seguendo il sentiero 311 che porta proprio in stazione, a cui aggiungere quasi lo stesso per la vetta. Sul tragitto inoltre incontrerete l'Ostello Parco Monte Barro, con una terrazza bellissima dove, se aperto, potete concedervi qualcosa di caldo (o di freddo a seconda delle stagioni).



Insomma, in circa 4h andata e ritorno, con punto di partenza e punto di arrivo differenti, ce la si fa, anche se è sempre meglio calcolare più tempo per potersela prendere con calma. Poi ripeto, esistono così tante varianti che basterà studiare il percorso che preferite. QUI trovate una mappa con tutti i sentieri Non vi resta che scegliere quale fare, e non dimenticatevi di farmelo sapere nei commenti! Buon cammino!



vetta monte barro

1.889 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page