top of page
Cerca
  • Valentina Saracco

MACHU PICCHU - come arrivare, quanto costa e tutto quello che c'è da sapere.

Aggiornamento: 27 dic 2021

Giunta (quasi) la mia ora, con discreto anticipo, chiedo a un mini tuktuk di accompagnarmi in stazione (non era lontanissimo, ma io avevo il trolley e poca voglia, e alla fine stavamo parlando di 3 soles). Peccato che sia stata una delle corse più inutili della mia vita. Dopo un trecento metri il mio veicolo si è dovuto fermare per il traffico infernale di bus, taxi e altri tuktuk per arrivare in stazione. Tant’è che dopo poco sono scesa e me la sono fatta a piedi, bestemmiando tantissimo, e portandomi il trolley in braccio perché non c’era nemmeno lo spazio fisico per trascinarlo tra un’auto e un’altra. Ad ogni modo ce la faccio e arrivo finalmente in stazione, dove vengo accolta come la regina Elisabetta. La Inca Rail ha delle sale d’attesa con bar e musica dal vivo, il tutto per farti pesare meno il cazzo di furto a cui sei stato sottoposto. I biglietti del treno per Machu Picchu infatti sono illegalmente cari. Cari arrabbiati. Cari come il fuoco. Io sono riuscita a spendere più o meno 120 dollari a/r, prendendo quelli più economici in assoluto, che vanno comunque prenotati per tempo, prima prenoti, meno paghi. Ma tenete conto che ci sono alcuni treni panoramici il cui costo è di 600 euro...a tratta. Fondamentalmente per la gente a cui fanno cagare i soldi e usano la Inca Rail come cestino dell’umido.


Mi ero molto informata prima di fare la scelta del treno, perché per arrivare a Machu Picchu ci sono basicamente 4 possibilità.



COME ARRIVARE A MACHU PICCHU

  • Il treno. Che a sua volta si divide tra: treno da Cusco, e treno da Ollantaytambo ( il secondo più economico e più frequente, a cui si può aggiungere una tratta di un paio d’ore in bus per arrivare poi a Cusco) Questa è stata la mia scelta, e poi vi spiego perché.

  • La camminata. Lo ammetto, la camminata mi ispirava. A me camminare piace, ed è anche il metodo più economico in assoluto (circa 30 euro a/r di bus fino a idroelettrica da cusco). Qual è il problema? Che si cammina (in piano) per 3 ore sui binari del treno (lo stesso che costa come un rene che va schivato attentamente al suo passaggio). In realtà questo per me non rappresentava un problema, anzi, mi sembrava una simpatica avventura. Il vero problema è che per arrivarci alla stazione di idroelettrica bisogna farsi oltre 6 ore di minibus su strade tutte curve parecchio dissestate. E bisogna obbligatoriamente farle di giorno, di mattina, perché per arrivare vivi a Machu Picchu è IMPRESCINDIBILE arrivarci con la luce del sole, ossia partire da Idroelettrica prima delle 2pm. In pratica questa opzione, per quanto pittoresca ed economica ti fotte in un battibaleno 2 interi giorni di viaggio, uno all’andata e uno al ritorno, e la maratoneta che è in me non poteva di certo permetterlo. Così ho pensato che questi 90 euro di treno di differenza non mi avrebbero ucciso, e che poi avrei camminato tanto ugualmente.

  • L’Inka Trail Ed ecco signori e signore, la vera follia delle follie. L’inka trail completo di 4 giorni costa dai 600 euro in su se prenotato dall’Italia. E si può solo prenotare dall’Italia perché ci sono pochissimi posti a disposizione ed è impossibile trovare i biglietti sotto data (consigliano 6 mesi di anticipo). Esiste anche la versione breve di 2g e 1 notte, ma comunque costa caro arrabbiato pure lui, quindi questa opzione, per quanto sicuramente meravigliosa, è stata immediatamente esclusa dal mio itinerario. Ciao Inka Trail, ci vedremo quando avrò un marito ricco.

  • Il Salkantay Trek, decisamente più a buon mercato, anche se non regalato. Se volete farlo, anche qui, come per tutto il resto, conviene prenotarlo direttamente in Perù, ho visto i prezzi di internet praticamente dimezzati. I prezzi variano anche a seconda dei servizi offerti, si può infatti dormire in tenda o in luxory camping igloo che si trovano sul cammino (ma in questo caso tornava ad essere economicamente troppo impegnativo). Il motivo per cui ho scartato questa opzione è una e una soltanto: il cazzo di freddo. Si dorme in tenda sopra ai 4000 metri. Vuol dire andare parecchio sotto zero di notte. E non lo so, sinceramente, va bene il dolore purificatore, ma sta sofferenza gratuita, per una freddolosa come me, mi pareva un po’ troppo. Magari se fossi stata accompagnata l’avrei fatto. Con la possibilità di rimediare almeno un abbraccio prima di morire di ibernazione, ma così, in solitaria, non me la sono sentita. Ho poi scoperto, ma solo una volta arrivata in Bolivia, che esiste in realtà una quinta opzione, non ne so molto, so solo che costa molto molto meno dell’inka trail, che non devi prenotarla 6 anni prima e che sembra parecchio figa.


Io dall’Italia per il mio viaggio avevo prenotato solo 2 cose: - il volo intercontinentale - il biglietto per Machu Picchu il 17 agosto. ...a seguito di costante terrorismo psicologico, aiutato anche dal countdown del sito ufficiale che ti dice quanti biglietti sono ancora disponibili per la data richiesta. E vi dico solo che c’erano giorni in cui ad Aprile, per Agosto, era già tutto esaurito. Folle. Semplicemente folle. Ciò detto, la domanda a posteriori è: è impossibile trovare un biglietto per Machu Picchu last second? → assolutamente NO. Troverete tantissimissimerrime agenzie che ve lo offriranno. Magari non alla fascia oraria che volete voi, magari non il giorno che volete voi, è possibile che dobbiate aspettare un paio di giorni, ma tendenzialmente, in un modo o nell’altro dovreste farcela, e senza nemmeno dei sovrapprezzi esagerati. Forse tornando indietro non prenoterei niente e appena arrivata cercherei metodi alternativi (vedi jungle trail) per arrivare a Machu Picchu.

Ma torniamo al mio viaggio in treno. Salgo e vengo accolta con te e biscottini, sempre per cercare disperatamente e senza successo di giustificare il prezzo di quel ladrocinio. Il viaggio dura circa 3 ore. Avevo letto che i panorami erano incredibili, che il prezzo del biglietto vale anche solo per il paesaggio… posso dire la mia? Stronzate! Il paesaggio è bello, ma continua a non giustificare il viaggio in treno, che a mio parere ha come unico vantaggio quello del risparmio di tempo. Il panorama che vedrete (soprattutto verso la fine) è lo stesso che vedrete passeggiando da Aguas Calientes verso il sito, e lo stesso che ovviamente fareste nel caso in cui voleste farvi le 3 ore di camminata da Idroelettrica. Per non parlare del fatto che essendo treni storici fanno un rumore assordante maledetto e quindi, per quanto volessi chiacchierare con i miei compagni di viaggio, mi sia stato praticamente impossibile. Ma fortunatamente Machu Picchu a questo punto era davvero vicina, vicinissima! Leggi QUI! Notte: https://www.booking.com/hotel/pe/supertramp-hostel-machupicchu-machupicchu.it.html?label=gen173nr-1FCAEoggI46AdIM1gEaHGIAQGYARS4ARfIAQzYAQHoAQH4AQuIAgGoAgO4AoDUtu0FwAIB;sid=4bc17c90989ce6bd36fb0602e41479c2 Ostello 10€

390 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page