top of page
Cerca
  • Valentina Saracco

Cosa vedere a Torrechiara: un castello incantato e un percorso artistico e gastronomico nel parmense

Aggiornamento: 5 giorni fa

Il Castello di Torrechiara è stupendo non solo a livello artistico e architettonico, ma anche per la sua posizione magica. Una vista mozzafiato sui colli parmensi vi conquisterà, come nelle favole.



castello di torrechiara parma

COME ARRIVARE A TORRECHIARA, NEL PARMENSE

IN AUTO: Il Castello di Torrechiara si trova a una ventina di minuti a sud di Parma. Da Milano è un’ora e mezza di macchina o poco più. Una volta arrivati a Torrechiara e seguite le indicazioni per il castello potete scegliere se lasciare la macchina vicino alla statale e fare circa dieci minuti a piedi in salita (ma così vi godrete anche la piazzetta e la vista sulle vigne circostanti) o se tentare la fortuna e provare a parcheggiare più in alto, vicino all’accesso al castello (dove ovviamente i posti però sono limitati). A Torrechiara non troverete solo un castello, ma anche un borgo, un delizioso paesino fatto di mura, casette in pietra e strade in ciottoli, con un paio di botteghe dagli antichi sapori. Informazione non richiesta ma a mio parere importante, ci sono addirittura due bagni pubblici gratuiti e puliti. Che civiltà!

UN PO’ DI STORIA DEL CASTELLO DI TORRECHIARA


Dietro al castello abbiamo (stranamente) più che una storia di matrimoni combinati tra famiglie nemiche, una vera storia d’amore. Il castello infatti fu voluto nella seconda metà del 400 da Pier Maria Rossi, figlio di una delle più potenti famiglie del parmense u i(d’altronde poteva permettersi un castello…) Oltre ad essere un condottiero, viene anche ricordato per essere stato un uomo colto e amante dell’arte. Da giovanissimo gli venne data in sposa Antonia Torelli, un matrimonio studiato a tavolino per mantenere la pace con la famiglia Visconti all’interno del territorio di Parma.

Peccato che il cuore di Pier venne rapito dalla bella Bianca Pellegrini, anch’essa milanese in realtà, già sposata, che decise però di lasciare tutto per seguire il suo amato. La loro unione, per ovvi motivi, non venne mai ufficializzata, quel che ne rimane però sono, non uno, ma due castelli, quello di Torrechiara e quello di Arzendolo, eretti in nome del loro amore. Sembra che i progetti furono opera dello stesso Pier Maria, accecato dall’amore per Bianca e intellettualmente influenzato dai suoi studi artistici in epoca rinascimentale.



castello di torrechiara parma


L'INTERNO DEL CASTELLO DI TORRECHIARA


Ebbene sì, il castello di Torrechiara è visitabile. Per quanto gli esterni siano splendidi, se possibile, gli interni lo sono ancora di più. Potrete trovare sale affrescate perfettamente sopravvissute ai secoli, con temi floreali e grandi terrazze che si affacciano sui vigneti. Al piano superiore potete vedere quella che era la camera matrimoniale e che porta ancora il segno del passaggio dei suoi amanti, grazie ad uno splendido ciclo di affreschi. Guardando bene potrete notare in una Pier Maria che dona la sua spada a Bianca in segno di fedeltà, nell’altro Bianca che incorona l’amato, in un’altra ancora i due protagonisti che danno le spalle alle loro case d’origine e infine, Pier Maria e Bianca, trafitti al cuore da Eros. Non è romantico? A parte l’essere trafitti al cuore intendo ;)



castello di torrechiara parma


LA LEGGENDA DEL CASTELLO


Lo sapete anche voi, non c’è castello senza leggenda! Pare che Pier Maria, nelle notti di luna piena, ancora si aggiri per il castello cercando la sua amata Bianca ripetendo la frase “nunc et semper” ora e sempre. Anche meno Pierma, metti un po’ d’ansia così.



castello di torrechiara parma


IL CASTELLO DI TORRECHIARA E IL CINEMA


Una location così bella non poteva certo passare inosservata a registi e produttori, che la scelsero come luogo dove girare svariati film. Tra i vari (La tragedia di un uomo ridicolo, I Borgia, un videoclip di Giorgia) ricordiamo Ladyhawke, film di cui da bambina ho distrutto la video cassetta per usura. Penso di averlo visto tipo 24345 volte.





COME VISITARE IL CASTELLO


Da poco il castello ha riaperto i battenti (maggio 2021) ed è nuovamente possibile visitarlo a piccoli gruppi contingentati, per questo la prenotazione è obbligatoria. Per essere sicuri di andare nella fascia oraria che preferite vi consiglio di prenotare almeno un giorno prima. Sul loro sito trovate tutte le informazioni aggiornate, che si sa, di questi tempi cambiano dal giorno alla notte. L'ingresso costa solo 5€ https://www.castellidelducato.it/castellidelducato/castello.asp?el=castello-di-torrechiara


castello di torrechiara parma



DOVE MANGIARE

Mulino di Torrechiara https://www.mulinoditorrechiara.it/

Ben due bellissimi giardini vista vigneti e cibo della tradizione. Una certezza, soprattutto in questo periodo: no prenotazione, no party.


Taverna del Castello https://www.tavernadelcastello.it/

direttamente sulla cima della collina, dentro alle mura del vecchio borgo trovate questo raffinatissimo ristorante, dagli interni in pietra e una vista senza eguali. Noi ci siamo fermati solo per un bicchiere di vino, ma è stato splendido.


vino colli parma

UN PO’ DI SPORT (bici, trekking, o bici elettrica per i meno sportivi)


Se oltre alla cultura, volete un po’ di movimento, proprio in piazzetta potete affittare delle mountain bike elettriche per 20€ al giorno e addentrarvi tra boschi, vigne e colline. Se volete seguire un percorso specifico potete fare il sentiero dell’arte, uno splendido tracciato immerso nella natura che va da Torrechiara a Langhirano, costellato da opere d’arte a cielo aperto. Sono circa 20km di pura magia, che potete fare interamente, o in parte, in bici, o a piedi, a voi la scelta.



https://sentieroditorrechiara.it/



Già che siete in zona, potreste approfittarne per visitare il castello di Montechiarugolo (di cui vi parlerò in un altro articolo)


E se vi fermate qui per due giorni potete sempre andare a visitare Grazzano Visconti o il castello di RIvalta, di cui potete leggere gli articoli cliccandoci sopra.





Buon weekend!

1.082 visualizzazioni0 commenti
bottom of page