top of page
Cerca
  • Valentina Saracco

L'isola più bella del mondo. Cosa vedere in 5 giorni a Milos, tra spiagge, paesini e ristoranti.

Aggiornamento: 25 set 2022

Milos è stata eletta isola più bella del mondo nel 2021 dalla rivista statunitense Travel+Leisure. Magari non ne avete mai nemmeno sentito parlare, se non per la famosa Venere di Milo, e quindi vi state giustamente domandando il perché. Ve lo spiego subito.



  • Pur facendo parte delle Cicladi, non è stata ancora colonizzata dai turisti. Anche in pieno agosto la situazione spiagge è assolutamente gestibile e non troverete code e ressa da nessuna parte

  • L'isola è abbastanza grande per non annoiarsi nemmeno dopo una settimana, offre moltissime spiagge (più di cento) sebbene molte si trovino in luoghi remoti e non facili da raggiungere

  • Le spiagge sono davvero diversissime tra loro, da piccole insenature, a enormi rocce bianche, fino a lunghe distese di sabbia bianca o ciottoli, dovete solo scegliere di cosa avete voglia quel giorno.

  • La cucina è magnifica e i prezzi sono abbordabili

  • Non solo mare: troverete anche un teatro romano, delle catacombe, diverse cittadine e resti di archeologia industriale

  • Potreste riuscire ad alloggiare in una camera direttamente SUL mare. A Milos infatti molte case sono state costruite a pochi centimetri dalla battigia, ed ovviamente sono diventate bed and breakfast. Io ci tornerei solo per dormire lì.

  • I colori sono pazzeschi, del mare, ma anche dei piatti e delle porticine colorate, dei souvenir e di tutto il resto

  • I ritmi sono lenti: se volete nightlife a bomba non è l'isola che fa per voi

Prima di raccontarvi cosa fare giorno per giorno ecco alcune informazioni tecniche su Milos

COME ARRIVARE A MILOS: traghetto o aereo?

Non esiste un aeroporto internazionale, quindi dovrete fare scalo ad Atene o in altre isole greche (Mykonos o Santorini ad esempio), ma il modo più semplice è arrivare in traghetto. Noi ci siamo arrivati da Santorini in circa 4 ore con uno di quei giga traghetti che si spostano tra le Cicladi con tutta calma, se invece volete prendere la SeaJet (il catamarano veloce) ci metterete meno di 3h, ma vi costerà circa 75€ a testa.


COME SPOSTARSI A MILOS: MACCHINA O MOTORINO?


Quale veicolo è meglio prendere a Milos? Per me, motorino tutta la vita, certo, negli sterrati non è il massimo, ma ti dà un'impagabile libertà di movimento. La macchina può essere a tratti difficile da parcheggiare.

Un'alternativa molto valida è il quod, nemmeno così più costoso del motorino (che va dai 20 ai 35 euro a secondo di tipologia, numero di giorni etc). Io lo trovo incredibilmente zarro e per questo non lo amo molto, ma è pur sempre un'opzione. Tenete conto che ci saranno luoghi in cui le compagni di noleggio vi diranno che non potete andare (con il motorino praticamente tutta la parte ovest dell'isola) in quanto abitata unicamente da serpenti (parole loro). Probabilmente però se state più di una settimana avrà senso noleggiare un‘auto per riuscire a vedere le parti più remote dell'isola. Magari fare metà motorino e metà auto potrebbe essere una soluzione.


QUANTI GIORNI STARE A MILOS?


Direi che la risposta è: dipende tutto da quali sono i ritmi che volete tenere. In una vacanza relax potete rimanere serenamente 15 giorni, senza nemmeno rischiare di vedere la stessa spiaggia due volte, contando che sono un centinaio. Una settimana secondo me potrebbe essere un ottimo lasso di tempo, ma 4/5 giorni (e tanta voglia di muoversi), come abbiamo fatto noi, direi che è il minimo assoluto per vedere le attrazioni principali dell'isola e per poterne apprezzare al meglio la bellezza.


DOVE DORMIRE A MILOS

Diciamoci la verità, per noi non è stata una scelta, abbiamo preso quel che restava a pochi giorni dalla partenza, ma siamo molto felici delle nostre non-scelte.

Abbiamo dormito una notte all'Hotel Panorama, che ovviamente si chiama così per un motivo. Le stanze erano semplicissime, ma belle ed ovviamente con una vista pazzesca su Klima e sul tramonto. Il prezzo non era propriamente regalato, siamo sui 90€ per notte.

Panorama Hotel, Klima – Prezzi aggiornati per il 2022


Abbiamo passato le restanti notti invece alla Gaia Lux Inn, in zona Pollonia. Davvero un posto delizioso, un monolocale perfettamente attrezzato, a due passi dalla spiaggia, pulitissimo e iper moderno. Ci tornerei ancora e ancora. Inoltre pagato solo una 60ina di euro a notte.

Gaia lux inn, Pachaina – Prezzi aggiornati per il 2022 (booking.com)


Però ripeto che tornando indietro, e prenotando per tempo, farei sicuramente un investimento cercando di dormire in una delle moltissime casette con accesso diretto al mare. Un sogno solo a pensarci. Date un occhio su booking, ce ne sono diverse!



ITINERARIO DI 5 GIORNI A MILOS





GIORNO 1


PLATHIENA



Non è sicuramente la spiaggia più bella di Milos, ma va benissimo per iniziare, la spiaggia è di sabbia fine, ci sono alcuni ombrelloni da affittare e una parte di spiaggia libera. Nei giorni bollenti provvidenziale un baracchino che vende bibite ghiacciate e piatti semplici come panini, tapas and co.

La strada per arrivare è piuttosto semplice, tranne un micro pezzo di sterrato, ad ogni modo non avrete problemi ad arrivare qui e a parcheggiare.


FIROPOTAMOS


Questo posto a me ha stregato, fin da prima di arrivare, quando lo si vede dall'alto, con tutte le sue tonalità di blu, e quella deliziosa chiesetta a picco sul mare.

La spiaggia di sabbia non è enorme, per questo sia il parcheggio che lo spazio sulla sabbia potrebbe esaurirsi velocemente.

Non è un posto dove passare l'intera giornata, ma sicuramente dove fermarsi per un tuffo.

Da lacrime le casette (in affitto) che si affacciano direttamente sul mare.

L'acqua assomiglia in tutto e per tutto a quella di una piscina e si può arrivare a nuoto (ma anche a piedi) fino ad un arco a picco sul mare, che sembra messo lì solo per delle super foto ricordo.

Quando siamo stati lì noi l'unico baracchino era chiuso, quindi niente cibo e niente acqua, ma penso fosse un problema momentaneo.

In compenso un'intera colonia di gatti si aggira tra gli asciugamani in cerca di cibo e coccole.


MANTRAKIA



Mantrakia non è una spiaggia, è una cartolina.

Un micro villaggetto di pescatori in un micro golfo (anzi due), in cui, nei momenti di massima calura, ci si può serenamente tuffare.

All'inizio della discesa si trova una taverna che sembra cucinare il delizioso polpo appeso solo pochi metri più in basso.

Must see!


 

GIORNO 2


SARAKINIKO



Ed eccoci finalmente arrivati alla spiaggia più famosa dell'isola, che poi spiaggia non è, o meglio, c'è un piccolo lembo di sabbia, ma tutta la bellezza sta nelle sue formazioni rocciose bianco marmo, da cui ci si può tuffare in mare, o sdraiarsi per prendere il sole.

Essendo la spiaggia più famosa non aspettatevi di trovarla deserta, allo stesso tempo io a inizio agosto non ho assolutamente trovato la ressa di cui mi avevano parlato.

Se non capitate come noi in una giornata con 40 gradi, potete pensare anche di farvi una bella passeggiata fino al vicino relitto (lo trovate su google maps) dicono che i fondali per lo snorkeling siano pazzeschi.

La strada per arrivarci è molto semplice, c'è un grande parcheggio in cima, vicino alla fermata del bus e ad un apprezzatissimo baracchino, senza il quale probabilmente saremmo morti disidratati.

Dal parcheggio sono circa 10 minuti a piedi tra formazioni rocciose che ti fanno pensare in tutto e per tutto ad una passeggiata sulla luna.

E' un posto bellissimo, dove difficilmente però vorrete passare tutta la giornata, qualche tuffo e potrebbe già essere il momento di spostarsi verso la prossima spiaggia


ALGOMADRA



Potreste arrivare ad Algomandra e dire MEH, e ne avreste tutte le ragioni, la grande spiaggia di sabbia spessa giallo scuro non è particolarmente emozionante, ma vi basterà girare la testa di 45 gradi per vedere la vera bellezza del luogo.

Una mini baia scavata nella roccia, con un'acqua più trasparente di quella del rubinetto.

La spiaggia è molto piccola, ma le rocce regalano un po' d'ombra, difficilmente però. Troverete spazio sufficiente per lasciar giù gli asciugamani anche in alta stagione, ma con un mare così a che serve? Buttatevi subito in acqua e godetevi questo fantastico mare.

E poi pronti per la prossima meta.

PS. Qui non ci sono ne ombrelloni né baretti, quindi nel caso venite attrezzati.


PAPAFRAGAS



Per me fra i posti più belli, anche se pure in questo caso, non così fruibili.

La più famosa è un'insenatura lunghissima e stretta sempre con l'acqua di un colore da cartolina, che lentamente si butta nel mare aperto, lasciando solo pochi centimetri di sabbia per potersi sedere. Non è una spiaggia per pigri. Qui ci si viene per nuotare, meglio ancora se con una maschera e un boccaglio.

Se vi tuffate qui non dimenticatevi di fare il giro e andare anche nell'insenatura alla sua sinistra, che termina in una bellissima grotta.


L'accesso a questa spiaggia è IN REALTA' bloccato da tanto di cancello e scritte STOP a caratteri cubitali, effettivamente la discesa a piedi è piuttosto ripida e pericolosa, potete però tuffarvi nelle calette vicine e poi andarci a piedi



Poche centinaia di metri prima di questo spot ne troverete un altro, meno conosciuto, ma per nessun motivo meno bello.

Il concetto è molto simile, ma qui potrete trovare anche un bellissimo arco naturale, che crea una piscina mozzafiato che, come se non bastasse, finisce in una grotta, che dà poi accesso alla spiaggia.

Un sogno.

Anche qui non ci sono bar né ombrelloni, anche perché non ci starebbero fisicamente.


POLLONIA



Pollonia si trova nella zona nord est dell'isola, è un agglomerato di casette e ristorantini, senza avere un vero e proprio centro. E' più una via che costeggia il porto e la sua spiaggia, dove si affacciano diverse taverne, qualche bar e addirittura un minimarket, nulla più.

E' comunque un ottimo luogo per venire a cena. Noi abbiamo cenato da Rak, direttamente con i piedi nella sabbia e le onde a pochi centimetri, il cibo era buono, come d'altronde è praticamente ovunque, e il prezzo più che ragionevole.

Se vi spingete più a nord del porticciolo si trova un'altra spiaggia dove rilassarsì.


 

GIORNO 3


TOUR IN BARCA A KLEFTIKO



In questo luogo ci si arriva solo con un tour in barca.

Potete scegliere tra il tour di tutta la giornata e praticamente tutta l'isola che però costicchia (sugli 80 euri), oppure il tour di mezza giornata, ci sono diverse compagnie, noi abbiamo optato per la Zephiro tour, 35 euro ma barca molto comoda e ombreggiata, con materassoni per rilassarsi e staff gentile e simpatico. Questo tour parte da Aghia Kiriaki, volendo c'è un'altra compagnia che parte da Panagia Kipos che costa un pochino meno (tipo 5/10 euro in meno) fa meno strada e ha una barca un po' meno confortevole, ma ti porta sempre a destinazione.

Il punto di arrivo, Kleftiko, è molto bello, non ci sono spiagge, ma solo faraglioni bianchi immersi in acqua azzurrissima, pieni di grotte, insenature e passaggi più o meno segreti. Insomma, merita senz'altro una tappa. La stessa barca fa anche tappa a Gerontas Beach che però dopo il bagno precedente non è nulla di che.


Se volete invece affittare una barca per i fatti vostri potete, anche senza licenza (patente?) uIl problema è che non è esattamente economico, per mezza giornata chiedono 180 euro più il costo della benzina (in questo momento in Grecia siamo a due euro al litro, quindi non di certo poco). Diciamo che se siete in 4 o più si può sicuramente prendere in considerazione, altrimenti è un po' una mazzata.


AGHIA KIRIAKI


Questa spiaggia parzialmente attrezzata e da cui partono diversi traghetti ha un fascino incredibile, grande, di sabbia, molto spaziosa, ha in realtà sulla battigia una striscia di sassi bianchissimi, che danno all'acqua un colore irripetibile.

Qui troverete ampio parcheggio e una taverna ben quotata per una pausa pranzo sul mare.

Perfetta per il relax.


 

GIORNO 4


PALIOCHORI



Forse la mia preferita, tra le spiagge da cazzeggio.

Anche qui, similmente a come sopra, l'acqua è di una trasparenza che ti fa venire voglia di berla.

Ci sono alcuni lettini, distanziatissimi, per un relax totale, altrimenti potete mettevi dove più vi piace, oppure camminare al di là un promontorio di roccia rossa e arrivare in una parte di spiaggia completamente selvaggia e disabitata. Se preferite avere qualche confort qui troverete anche un paio di taverne con terrazza vista mare con ottimi menù, prezzi assolutamente onesti, e una vista mozzafiato.


OLD SULPURE MINES (THIORICHIA)



Questo luogo ha indubbiamente un fascino incredibile per la storia che si porta dietro, ma non ha nulla da invidiare ad altre spiagge in quanto a bellezza.

Per chi non lo sapesse parliamo di una vera e propria miniera di zolfo abbandonata, in cui si può ancora camminare tra edifici cadenti e vederne i macchinari arrugginiti, mentre un mare verde smeraldo si staglia proprio davanti a voi.

Persone contate sulla spiaggia: sei.

Ok, ma allora dove sta la fregatura?

Arrivarci potrebbe non essere la cosa più facile del mondo.

Ci si mette circa una mezz'ora dal lato abitato dell'isola.

Fino a Zephira, quattro case e due taverne, nessun problema, è tutta strada asfaltata, dopo di che però diventa sterrata, per un due terzi di una terra battutissima, che non crea nessun problema, l'ultimo terzo effettivamente potrebbe essere un po' problematico, a seconda di quale veicolo avete.

Diciamo che con un quod scendere non dovrebbe dare nessun problema, con il motorino fatelo solo ed esclusivamente se vi sentite ottimi piloti.

Avevo letto di gente che aveva lasciato il motorino a circa 1km dall'arrivo dove lo sterrato iniziava ad essere più pericoloso, sinceramente non mi è stato molto chiaro dove fosse questo punto, quindi abbiamo optato per scendere fino a giù, 3,4 tornanti dopo, dove avevamo visto che erano già parcheggiati due 125.

La domanda è potevamo farlo? Assolutamente no, anzi, nel nostro contratto era scritto che c'erano 350€ di multa se fossimo andati fin lì. Fortunatamente nessuno ha controllato e noi abbiamo deciso di prenderci questo rischio. Più o meno tutti i rent a car o bike vi sconsiglieranno, se non vieteranno di andarci, è comprensibile, ma ho visto sterrati molto, ma molto peggiori di questo.

Probabilmente non la farei con una normale city car, anche perché le ultime 3,4 curve sono piuttosto ripide e dio non voglia che vi troviate qualcuno che sale mentre voi scendete.

Ad ogni modo, ne vale la pena?

Per me è un si, se ci andrete fatemi sapere la vostra opinione.


PAPIKINOU, LA SPIAGGIA DEL PORTO


Per quanto possa sembrare assurdo, la spiaggia del porto merita in tutto e per tutto una visita. L'acqua ha il colore cristallino che contraddistingue tutta l'isola, l'unica differenza è la sabbia, se volete granelli finissimi e bianchissimi, questo non è il posto per voi, qui il fondo è un po' più terroso, ma questo porta un grande vantaggio: lungo tutta la spiaggia ci sono svariate tamerici che fungono perfettamente da ombrelloni, e in piena estate vi assicuro che ringrazierete ogni millimetro d'ombra incontrato sulla via.

Altro grande vantaggio, essendo non molto rinomata, ma molto lunga, la spiaggia è praticamente deserta, ad eccezione di due piccoli bar che affittano anche lettini, e che hanno anche un'ottima reputazione a livello culinario. Perché privarsi di un bel fritto di calamari sulla spiaggia?


ADAMANTAS (IL PORTO)

Al porto potrete trovare tanti negozietti di souvenir, infiniti bar e ristoranti, di cui alcuni direttamente sul mare. Vale la pena farci due passi la sera per respirare un po' di calma mondanità.


 

GIORNO 5


TRIPITI

Difficile distinguere Tripiti da Plaka, le separano poco più di 500 metri. Una chiesetta e quattro vie offrono però alcuni ristoranti davvero ottimi, e soprattutto con delle terrazze vista mare mozzafiato.

Qui si trovano alcuni dei ristoranti migliori dell'isola, con vista spettacolare e lontani dal caos di Plaka.



LE CATACOMBE E IL TEATRO ROMANO


Avete capito bene, a Milos ci sono delle catacombe. Vorrei potervi dire di più, ma purtroppo quando siamo andati, con 50 gradi all'ombra e dopo una lunga discesa/salita, abbiamo scoperto che il mercoledì erano chiuse. Quindi mi raccomando, fate un check sul sito ufficiale. Ad ogni modo la visita dura circa 10/15 minuti ed è visitabile solo una piccolissima parte delle catacombe. Il prezzo del biglietto è di 4 euro a persona. A pochi metri dalla catacombe però potete trovare uno splendido teatro romano, gratis. Il marmo sembra messo lì ieri, invece ha visto le natiche di senatori romani di migliaia di anni fa. Impressionante sedersi lì, da soli, guardando il mare, e pensare a quali spettacoli dovessero andare in scena ai tempi. Se siete appassionati di teatro sappiate che d'estate a Milos si svolge un festival proprio al teatro romano. Potete controllare il programma sul sito.


KLIMA


Cos'è Klima se non un sogno? La cartolina perfetta di ogni isola greca. Parliamo di una lunga strada bagnata dall'acqua marina dell'alta marea, che accoglie una fila infinita di casette coloratissime, in cui il mare non entra solo per miracolo. Qui regna la pace e il silenzio. E un sacco di gatti. Se venite a Milos, e non andate a Klima, state semplicemente commettendo un delitto.

PLAKA



Plaka è l'antica capitale, sicuramente un posto che non potete non visitare nel vostro viaggio.

Un accrocchio di viette bianchissime piena di ristorantini e negozietti di artigianato e souvenir. A Plaka di solito si viene prima di cena, per godere del grande spettacolo: il tramonto. Potete decidere di avventurarvi su fino al Castello Veneziano, oppure fermarvi alla piazzetta della chiesa, dove altre decine di persone avranno avuto la vostra stessa idea. Se vi va un buon cocktail qui lo troverete, anche a prezzi ragionevoli. Per cenare invece noi non ci siamo fermati, la cittadina era veramente gremita di persone, i tavoli erano stretti in vicoli angusti ed erano uno appiccicato all'altro. Per quanto fosse tutto all'aperto abbiamo preferito cenare altrove, che l'epoca Covid purtroppo non era affatto finita. In un periodo migliore però ci saremmo sicuramente fermati qui a cena, dove i piatti avevano un ottimo aspetto.

In ultimo, ma non meno importante...


DOVE MANGIARE A MILOS


Astakas Cafe Restaurant - Klima Questo ristorante, oltre ad essere l'unico di Klima, è anche un sogno. Direttamente affacciati sul mare, con una cucina tipica e raffinata allo stesso tempo.

La location un po' si paga, risultando lievemente più caro di altri sull'isola, ma a mio parere ne vale la pena!




Ristorante Glaronisia - Tripiti

Quello che abbiamo mangiato qui era veramente tutto molto buono, per quanto estremamente casalingo e per nulla raffinato. Durante la cena c'era anche della musica greca dal vivo, che fa sempre molto colonna sonora da film. Inoltre, se arrivate prima del tramonto, la vista sul mare è semplicemente spaccacuore. Ci tornerei domani.


Ristorante Rifaki - Pollonia

Se volete mangiare con i piedi direttamente nella sabbia questo è il posto che fa per voi. Il cibo è buono (il menù abbastanza sempre lo stesso ovunque) e il prezzo nella norma. La location comunque vince su tutto.


Ristorante TRAPATSELIS - Porto Se siete al porto potete mangiare in questo ristorante appoggiato sul mare, as always. Forse è quello che mi ha sconvolto meno a livello di cucina, ma comunque assolutamente nulla da ridire sulla qualità.

Pelagos - Paleachori beach Per un pranzo invece rigorosamente vista mare sarà perfetto questo ristorante a Paleachori. Per la location che è, il prezzo non era assolutamente esagerato e la qualità era buona.


Riassumendo, per me è stata una vacanza stupenda. Quindi non posso far altro che consigliarvi questa magnifica isola come prossima meta. Se avete domande, rispondo volentieri nei commenti.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo o fammelo sapere! Sharing is caring <3 Se vuoi vedere altri contenuti simili seguimi su instagram e scopri post, reel e stories in evidenza!




1.491 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page